Polpettine di sarde in agrodolce con cipolla caramellata all’arancia

Polpetta di sarde con cipolla agrodolce
Yields: 3 Servings Difficulty: Medium Prep Time: 20 Mins Cook Time: 25 Mins Total Time: 45 Mins

Oggi esce tutta la mia sicilitudine in un piatto 🍊🐟

La sardina, nota anche come sarda o sardella, è un pesce solitamente considerato “povero”, perché molto comune nel Mediterraneo ed è, quindi, molto diffuso durante tutto l’anno in Italia.

Le sardine sono, in primo luogo, molto ricche di proteine (ben il 64%), vitamine B2, B3 e B12, A e D, nonché di fosforo, sodio, calcio, ferro, magnesio e selenio. I grassi contenuti sono prevalentemente insaturi, appartenenti alla serie degli omega-3, preziosissimi alleati dell’organismo. Molto bassa la quantità di carboidrati, solo il 5%, e una discreta quantità di colesterolo i cui effetti negativi sono mitigati proprio dagli omega-3, che aumentano il colesterolo “buono” e attenuano le conseguenze di quello “cattivo”.

Ingredients

0/11 Ingredients
Adjust Servings
    Per le polpette
  • Per la cipolla in agrodolce

Instructions

0/8 Instructions
  • Prima di tutto mettete a marinare le sarde con 2 cucciai di aceto e u po’ d’acqua per circa 2- 3 ore.
  • Affettate la cipolla sottilissima.
  • Mettete a scaldare l’olio e versateci la scorza d’arancia e la cipolla finché non si imbrunisce, a quel punto sfumate con il succo d’arancia e un bicchier d’acqua, chiudete con il coperchio e lasciate stufare a fuoco basso finché la cipolla diventa quasi trasparente ( la mia era sottilissima ed ha cotto 20 minuti ).
  • Nel frattempo preparate le polpette, scolate il liquido di marginatura dalle sarde, tenetene 5 intere da parte ed il resto frullatelo insieme all’uovo.
  • Tagliate a pezzettini grossolani le sarde intere rimaste ed aggiungetele al composto insieme al pangrattato, parmigiano, pinoli, uvetta, erbe aromatiche, il pomodoro tagliato a pezzettini piccoli, sale e pepe. Impastate, se è necessario aggiungete un po’ d’olio se l’impasto è secco o un po’ di pangrattato se l’impasto è molle.
  • Quando la cipolla sarà pronta alzate la fiamma e versate il composto di aceto e zucchero. Lasciate sfumare qualche minuto e a fine cottura salate.
  • Formate le polpette, passatele nella farina e friggetele in abbondante olio bollente.
  • Mettete da parte la cipolla conservando un pò di olio agrodolce nella padella, accendete il fuoco e lucidate le polpette in quell’olio. Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *